Nicola Bono - Sito Ufficiale

DAL 14 GENNAIO 2015 IN TUTTE LE LIBRERIE D'ITALIA

Un libro oggi più che mai necessario e concreto.

Gli INCONTRI IN PROGRAMMA di presentazione del libro
Gli INCONTRI AVVENUTI di presentazione del libro

 Vedi la RECENSIONE dell'editore
 Vedi le VIDEOINTERVISTE

Si erga a solenne difensore delle istituzioni Europee che con le sue azioni e omissioni ha contribuito a demolire molto più dei "Boris" e dei "Le Pen"

Infatti la mancata attivazione dei centri di immigrazione per l'accertamento delle identità degli immigrati ha consentito l'invasione dei Paesi UE e conseguentemente  l'instabilità sociale e la paura.

Che pur contrapposti reclamano tutti le stesse cose e cioè fine dell'austerità e spesa sociale su larga scala e cioè il ritorno alle vecchie politiche finanziate con il deficit, del tutto incapaci di creare sviluppo e fermare il declino

Incurante della inarrestabile crescita del debito pubblico pari a 71.666.666,7 euro al giorno. Altro che chiacchere è il Governo a zero ma di strategie per evitare il default del Paese

In ossequio al proverbio "la fuga è vergogna ma salva la vita" non sapendo però che in politica non funziona così

Ma ciò malgrado usufruisce di ben 38 milioni di euro di premi di rendimento, ovviamente rigorosamente senza controlli e verifiche, in nome dei principi di legalità e trasparenza che ispirano a parole il Governo del Presidente Crocetta

Ma come si concilia con l'ingiustificato e pernicioso sostegno del governo Renzi al TTIP?

Ecco perchè può plaudire senza vergogna ai presunti successi dello Jobs Act mentre l'Istat diffonde l'ennesimo incremento della disoccupazione aumentata ad aprile all'11,7% con la perdita di altri 50.000 posti di lavoro

L'assoluta assenza di proteste all'annuncio del rinnovato impegno per la realizzazione del Ponte sullo Stretto di Messina.

Assolutamente nulla perchè lo sono già da tempo con l'intero massiccio apparato mediatico da sempre sotto il loro strettissimo controllo

Si è ben guardato dal criticare il Governo per le sue fallimentari politiche economiche e piuttosto ha tracimato di entusiamo per il SI alle Riforme Costituzionali.

Sembra l'istantanea fotografica dell''Assemblea Annuale di Confindustria in cui ha esordito il nuovo fortemente allineato Presidente Vincenzo Boccia 

Metafora dei devastanti effetti nel tempo del fallimentare governo di Renzi

Anche perchè se tornasse in vita sarebbe molto più probabile che lo inseguirebbe a calci nel sedere per avere ridicolizzato i ruoli di segretario e di premier, facendoli scadere a quelli di imbonitori da fiera

A cui è più igienico, democraticamente parlando, rispondere con lo slogan "NO, Basta SI", anche perchè suona meglio!

Forse perchè non può ammettere di avere bruciato miliardi di euro in inutili incentivi e di avere perciò condannato l'Italia al declino

Se il politico mentitore fosse stato invece Renzi non sarebbero bastate 13 ore di filmato per riprendere tutte le "Balle Spaziali" raccontate in due anni di governo

Che continua a garantire l'immunità ad ogni nefandezza della delinquenza politica organizzata che non a caso manifestava contro l'Austria ma si è ben guardata dall'atteccare la gendarmeria Austriaca

E così ottenere non solo di nascondere la propria inconsistenza, ma anche di creare futuri eventi inaugurali forieri di ulteriore squallida propaganda

Che quando i posti di lavoro diminuiscono la colpa è della inceertezza della situazione economica e quando aumentano merito delle politiche governative

Ecco perchè tra le innumerevoli responsabilità di Crocetta e compagni l'inciucio sulle norme elettorali dei Presidenti delle città metropolitane è il più imperdonabile

Ma i fatti dimostrano che è un totale fallimento perchè i nuovi posti di lavoro di marzo sono 7.000 meno dei posti perduti a febbraio

Non ha inibito il Premier dall'emulazione quotidiana del famoso burattino atteso che ha di nuovo parlato di disoccupazione in diminuzione e consumi in ripresa malgrado l'evidenza dei dati ufficiali che attestano l'esatto contrario

Gli Italiani gradirebbero la cessazione dell'ascolto delle sue "Balle Spaziali" propinate quotidianamente per nascondere il fallimento della sua azione di governo

E' appena un terzo della media mondiale e appena la metà di quella UE. Altro che affermare "l'Italia riparte", perchè con questo governo viaggia con il "freno a mano tirato"

Perchè ormai è chiaro a tutti che il valore corretto del PIL 2015, al netto dei tre giorni lavorativi in più rispetto al 2014, è appena il 6%

Contraddittoria affermazione da parte di chi da anni insegue ogni 0,qualcosa a condizione che abbia il segno + davanti con la speranza di dimostrare l'inesistente effetto benefico sull'economia delle sue fallimentari politiche.

Sono la prova del totale fallimento delle politiche economiche del Governo Renzi

Nella qualità di autorevole esponente dell'esecutivo Renzi, storicamente il più svergognatamente prono ai desiderata di banchieri, industriali, alti burocrati e petrolieri della storia d'Italia

L'ormai conclamato flop dello Jobs Act e con esso non solo lo sperpero di miliardi per sgravi contributivi inutili, ma addirittura la fine ingloriosa dell'intero "processo riformatore"

Non ha trovato di meglio che copiare la riforma Delrio. Ma a che serve un Parlamento del genere?

Il governatore siciliano Crocetta, incurante del suo fallimento epocale, ha annunciato la sua ricandidatura: siamo allo "stalking istituzionale"?

e dove centinaia di migliaia di reati infamanti rimangono impuniti, in cui si possa finire in galera per evasione del canone RAI?

Fino a quando gli Italiani potranno sopportare questa quotidiana "presa per i fondelli" da parte di un Governo manipolatore, incapace e cialtrone?

Nella ripetizione all'infinito della esistenza di una ripresa italiana stabile e duratura che non c'è mai stata se non nella sua strategia propagandistica

Daltronde chi sarebbe più qualificato di lui per pronunciarsi in materia?

I nuovi posti di lavoro creati nel 2015 sono solo 135.000 e non 186.000 come si continua a sostenere sui mass media

L'agricoltura "Made in Italy" soprattutto del Sud rischia di essere definitivente sacrificata alle perverse logiche delle multinazionali e delle agromafie

Piuttosto e' LETALE per la difesa degli interessi Italiani come ha confermato con l'applicazione dell'accordo, malgrado in parte annullato, con il Marocco che danneggia gravemente la produzione nazionale di arance

Conferma il record storico in materia di corruzione raggiunto in Italia sotto il Governo Renzi e l'inesistenza di strategie di contrasto all'illegalità diffusa e al malaffare

Come l'artificioso aumento del PIL 2015 dello 0,8%, invece del più corretto 0,6% al netto dei tre giorni lavorativi in più rispetto al 2014.

Cui continuano a tributare norme di favore come l'esproprio automatico per qualche rata di mutuo non pagata, mentre garantiscono l'affossamento della legge per lo sdebitamento dei soggetti sovraindebitati, che da oltre quattro anni è scandalosamente disapplicata

Come definire questa dichiarazione di Matteo Renzi? Pinocchiosa?

E cioè che nella Legge Finanziaria non c'è neanche un euro per lo sviluppo a definitiva conferma che la Regione Siciliana è solo uno "Stipendificio"

1000 ASU da 12 anni riscuotono 600 euro al mese restandosene tranquillamente a casa. Altri 7,2 milioni di Euro l'anno bruciati dallo stipendifico  regionale di posti di lavoro senza lavoro

Con cui torna al passato, eliminndo il voto disgiunto e restituendo il perduto potere alla partitocrazia degli apparati clientelari, cioè l'esatto contrario dei principi a base dell'elezione diretta

Ha approvato in commissione l'ennesima Legge Finanziaria distribuendo in maniera vergognosa risorse pubbliche come regalie, mentre i Siciliani per bene restano senza speranza

Anche se il maggior merito è proprio del Premier che con le "Balle Spaziali" sparate senza risparmio ha fatto agitare e scoprire le "Onde Gravitazionali"

Per nascondere di avere innescato la crisi borsistica con le sue strumentali polemiche contro la Commissione UE

Come evidenziano le scelte infelici del Governatore Siciliano Rosario Crocetta e in particolare le due più recenti di rifiuto a bloccare il tour-over dei forestali e l'impugnativa del decreto sulle Autorità Portuali

Dallo slogan "Very Bello" alla "Biblioteca dell'inedito" fino allo scandalo che ha ridicolizzato l'Italia nel mondo dei nudi statuari coperti per non "offendere" la sensibilità del Premier Iraniano Rouhani

Dietro la decisione di tenere aperti gratis tutti i teatri Italiani h. 24 ogni 22 ottebre?

Che per lui sarebbe quello di tornare alle allegre politiche di spesa pazza finanziata con l'aumento del debito pubblico per distribuire mance elettorali. E cioè lo stesso "sogno" della Prima Repubblica che ci ha portati all'attuale rovina

Per strappare qualche decimale di punto di PIL alla Commissione UE sembrano sempre di più atti di volgare sciacallaggio

Per la scelta di difendere Schengen dopo averlo scientemente affossato

E cioè il Premier del Paese che più di tutti ha violato le regole Europee sull'immigrazione scatenando la reazione della chiusura unilaterale delle frontiere

Del tutto incurante dei doveri di imparzialità derivanti dalla sua carica. Non sarebbe più dignitoso dimettersi?

Esattemente come Laura Boldrini è una Presidente della Camera super partes

Persi 400 milioni di fondi nazionali per strade e scuole per l'incapacità a realizzare la riforma delle province

Il Premier italiano si rifugia nella rissa per evitare uno scomodo confronto sui contenuti

E' terrorizzato che i suoi bluffvengano alla luce e si evidenzi il nulla che regna alla base della sua inconcludente azione politica

Che non risolverà l'intasamento della Giustizia Penale, ma è sicuro che ingolferà ulteriormente quella civile. Altro esempio di inconcludenza e dannosità dell'azione riformista renziana

A fronte della dimostrata incapacità di riscuotere oltre il 90% dei ruoli emessi. Ennesimo mirabile esempio di gestione ispirato al "Modello Crocetta"

E poi ne depenalizza decine di altri rendendo ancora più invivibile l'esistenza dei cittadini? Semplicemente uno Stato con un Governo che "se ne frega" del "Bene Comune" e che insegue cinicamente solo la ricerca del consenso a tutti i costi

Che tra norme per la "tenuità del fatto" e decreti di depenalizzazione prospetta uno scenario a esclusivo beneficio della impunità dei rei e a discapito dei diritti e della sicurezza dei cittadini per bene

Che a furia di dire che "ci mette la faccia" e che, in caso di sconfitta, andrebbe a casa rischia fortemente di "gufarsi da se"

Ma ne aggraverà la deriva istituzionale alla cui base c'è la crisi della rappresentanza politica quale conseguenza della ulteriore mortificazione del Parlamento dei nominati

Perchè si trasforma la forma di governo Parlamentare in Presidenziale di fatto, ma senza i contrappesi costituzionali per assicurare gli equilibri tra i poteri a base delle garanzie democratiche

E' che Checco Zalone non si è ancora accorto di loro

Per la prima volta il "fustifigatore di ogni illegalità" si scopre "garantista". Sarà perchè buona parte dei deputati pignorati era della sua maggioranza? o perchè tra i nomi c'era anche il suo?

Ed è l'ulteriore prova della corrosività dell'azione di governo di Crocetta incapace perfino di fare ottenere utili dall'attività di gabelliere, notoriamente da sempre la più squallidamente redditizia

E notoriamente incapace di qualsiasi progettualità tenta di prendere ancora per i fondelli i Siciliani invocando il governo nazionale di consentire l'apertura del Casinò di Taormina

Peraltro del tutto ingiustificata a fronte dell'assenza di qualsiasi riforma strutturale  capace di eliminare gli storici handcap che frenano la competitività del Paese.

Se l'ARS dovesse approvare l'oscena sanatoria delle case popolari, sancirebbe il trionfo della prepotenza sul diritto e la definitiva impossibilità di bloccare la deriva dell'illegalità diffusa nell'Isola

Proposta di legge per sanare le occupazioni abusive delle casa popolari pagando i canoni di affitto arretrati, alla faccia del diritti dei legittimi assegnatari

Esattamente uguali alle "marchette clientelari" della Prima Repubblica e come quelle finanziate con il deficit che ha prodotto l'enorme debito pubblico che ci ha rovinati

Può definire le legge di stabilità votata ieri dalla Camera "disegno Organico" ben sapendo che è piuttosto la più sfrontata caccia al "voto di scambio" dai tempi della Prima Repubblica

Perchè si immagina al governo come un Angelo non essendosi arricchito, incurante dell'impoverimento provocato dalla sua fallimentare gestione alla società Siciliana

Il cantautore con la sua provocazione o il governatore che si è fatto fotografare con occhiali da iettatore e in costume adamitico?

Più che la promessa della sua ricandidatura, ciò che costituisce veramente un insulto è la mancata presentazione di dimissioni immediate

A conferma del funzionamento del rinnovamento della classe dirigente del PD introdotto da Renzi che, se continua così, avrà bisogno di una legge severino al contrario

Quale migliore conferma dei valori del Centrodestra di correttezza, competenza e sobrietà?

Preoccupato di perdere il primato mondiale detenuto in materia

Commento dell'On. Bono in merito alla tormentata riforma delle Province Siciliane, pubblicato sul quotidiano "La Sicilia" del 19.11.2015.

In attesa di definere strategie di cui nessuno sembra occuparsi è come negare il pronto soccorso al moribondo in attesa del consulto tra luminari. O si tratta di semplice codardia?

E infatti come le politiche del giovane leader italiano non risolve alcun problema

Sarà impossibile assumere l'unica azione veramente in grado di sconfiggere l'ISIS e cioè l'occupazione del suo territorio invece degli inutili bombardamenti

Di spacciare la conferma della fallimentare strategia finora adottata per combattere il Califfato dell'ISIS come un inesistente rafforzamento della lotta al Terrorismo 

Ma non ci sarebbe stata la strage di Parigi se i vertici dei Paesi occidentali, Renzi compreso, avessero usato a suo tempo la testa

Si interroghino piuttosto sulle ragioni che hanno impedito l'eliminazione del più pericoloso "Stato Canaglia" del mondo e cioè l'Emirato dell'ISIS

Intervista dell'On. Nicola Bono pubblicata sul Giornale di Sicilia dell'11.11.2015

Che voleva fare la Rivoluzione con la strampalata proposta di trasformazione dell'AST in compagnia aerea, ottenendo alla luce della vicenda Lo Bosco il "decollo della corruzione"

E invece appare evidente che nessuna città può ambire a tale titolo in un Paese come l'Italia costantemente sotto scacco dell'illegalità e da tempo senza alcuna capacità di reazione al dilagare della corruzione

Pubblicato sul quotidiano "La Sicilia" del 26 ottobre 2015

E non piuttosto per essere il Padre di una manovra finanziaria in perfetto stile Prima Repubblica e quindi incapace di favorire la crescita dell'economia Italiana

E' come per l'igiene nascondere la polvere sotto al tappeto.

Perchè ha come obiettivo unicamente l'acquisto del consenso con la distribuzione delle mance ottenute con l'aumento dell'indebitamento pubblico

Ovvero l'evoluzione dall' uomo della Mancia all'uomo delle mance elettorali

Visto che Riscossione Sicilia non riesce a incassare più di un miserabile 2 per cento di crediti, malgrado i 700 dipendenti  e le migliaia di consulenti legali

Di un Ministro che assiste impotente allo sbriciolamento di Pompei e ricorre ai manager stranieri in mancanza di una cultura e di strategie per la fruizione e valorizzazione

Banalizzando, per carenza di credibilità, un'azione delicatissima a tutela del Patrimonio Culturale Mondiale da terrorismo e calamità

E' inutile che Crocetta resti in carica, perchè per pagare gli stipendi dei dipendenti basta l'Ufficio di Ragioneria

Se pur di continuare il "magna magna" del finanziamento pubblico non ha esitato a negare i finanziamenti per fare i controlli nei bilanci dei partiti?

Inseguire tutti i giorni percentuali da prefisso telefonico per cercare di dimostrare l'impossibile e cioè che l'Italia riparte

Più buio che a mezzanotte.

Così come non servirà a Renzi il "Funerale della Tasi"

Il funerale della TASI non produrrà alcun beneficio strutturale al sistema economico neanche sotto il profilo minimo dell'aumento dei consumi

Peccato che stia commettendo lo stesso errore di Berlusconi a cui l'abolizione dell'IMU non impedì di cadere per la debolezza di un sistema che sta affondando in un oceano di imposte e tasse senza servizi e senza speranza

Pittosto che puntare sulla riduzione di imposte e contributi per rilanciare la competitività e non fare la solita "caccia al voto accattone"

Ma anche una strategia di sviluppo e una riduzione strutturale dell'imposizione tributaria e contributiva capace di stimolare gli investimenti privati

E' che l'economia italiana è come una Ferrari che corre con il freno a mano perennemente tirato

Si sarebbe interrogato sul perché le favorevoli condizioni macroeconmiche producano effetti minimi solo in Italia

99.000 disoccupati in meno, pari a due terzi dell'intera riduzione, non hanno trovato lavoro ma semplicemete non lo cercano più. Esaltare risultati di questo tipo non è solo millanteria ma immorale sciacallaggio

Se per la mancanza di risultati positivi su economia e lavoro si abbandona all'esultanza per l'aumento di uno striminzito 0,1% del PIL

Intervento dell'On. Bono, pubblicato sul quotidiano "La Sicilia" dal titolo ''Tsipras e la sindrome di Stoccolma'' in cui viene stigmatizzato l'incompresibile atteggiamento del popolo greco che sembra essersi innamotato del suo bugiardo aguzzino e continua a tributargli consensi nonostante sia responsabile di un vero e proprio disastro politico-istituzionale: per leggere l'articolo completo clicca quipdf.

L'unica cosa seria sarebbe di prendere atto che quattro corpi di polizia sono troppi e costituiscono un lusso che nuoce gravemente alla effettiva tutela della sicurezza pubblica

Possa celarsi l'esigenza di insabbiare complicità e connivenze ben più gravi del presunto "bug" informativo

Al posto della legalità c'è la garanzia dell'impunità per ogni cialtroneria commessa a qualsiasi livello istituzionale e amministrativo

In un Paese serio si aprono inchieste e se non emergono responsabilità tra i quadri intermedi pagano i vertici e cioè il Ministro degli Interni, il Prefetto e il Questore di Roma

Non Palermo ma Roma ha gravi problemi di traffico, specie in occasione di determinati cortei funebri

Dimostra l'insostenibilità dell'attuale scoordinamento istituzionale delle forze dell'ordine e l'esigenza della unificazione della Polizia in un solo corpo

Rottamare il "Falso Riformatore" e fare riforme vere e non spot propagandistici

Con il risibile risultato dell'aumento dello 0,2% del PIL meglio farlo per tutta l'Italia

A conferma delle gravissime responsabilità dei banchieri italiani e del Governo in merito al'incapacità di contrastare la crisi economica

Intervento dell'On. Bono nel dibattito sull'Autonomia Regionale Siciliana: per leggere l'articolo completo, pubblicato su "La Sicilia" del 7.8.2015, clicca quipdf.

Questione non a caso del tutto assente nei programmi di governo e perfino nel profluvio di dichiarazioni del più ciarliero Premier italiano di sempre

Dalla grazia al Sen. Azzollini, alla difesa dei privilegi dei Notai, fino alla conferma del contributo pubblico ai partiti in deroga ai controlli dei bilanci, a beneficio della peggiore partitocrazia

Per giustificare il voto contro l'arresto del Sen. Azzollini, ha dimostrato il suo indiscutibile spessore di statista che per difendere la sua poltrona riesuma pratiche politiche della I repubblica

Che teorizza il diritto del centro a stare sempre al potere. Tra lui e Azzollini, fresco di "grazia ricevuta", quale miglior viatico per il futuro del governo?

Che per evitare contestazioni non partecipa più alle feste dell'Unità

Anche perchè conta sulla inesistenza di  46 deputati disposti a sfiduciarlo con il rischio di perdere le laute prebende di cui godono immeritatamente

Il che è verissimo ed è proprio la ragione  per cui dovrebbe tornarsene a casa

Mentre il debito pubblico aumentava di ben 83 miliardi di euro in cinque mesi, pari al 3,9% in più e senza diminuzione della pressione fiscale

Altrimenti sentirebbe il dovere prima di promettere di spiegare il perchè dei fallimenti del suo governo

Trova protezione da parte della Corte Costituzionale che sembra decidere non sulla base esclusiva dei principi di diritto ma sulle conseguenze finanziarie delle sentenze.

E così ha consentito lo "scippo costituzionale" dei mancati adeguamenti stipendiali dal 2010 al 2014 a tutti i dipendenti dello stato.

Le sentenze costituzionali politiche

Solo se coincide con gli equilibri di bilancio

I 7 miliardi a rischio per i gravi ritardi nella programmazione 2014-2020

Passato da fallito "rottamatore della vecchia politica", "maratoneta di false riforme" ed "esorcista di gufi" a patetico ricattatore di insegnanti precari